Regolamento Interno dell'Associazione di Promozione Sociale e Culturale
Amici Canavesani del Luppolo

TITOLO I. DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1. Premessa

Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell’Associazione Culturale Amici Canavesani del Luppolo, chiamata d’ora in poi Associazione. Esso discende dallo statuto, che rimane il riferimento normativo fondamentale e lo integra. II regolamento interno dell’Associazione disciplina, in aggiunta allo statuto, il comportamento di tutti i Soci durante le attività organizzate dall’Associazione e di coloro che operano, in qualsiasi forma, per l’Associazione, a meno che la loro posizione non sia già disciplinata per legge o in altri accordi stipulati dall’Associazione stessa. Eventuali future modifiche potranno essere deliberate solo dal Consiglio Direttivo e saranno comunicate ai Soci. Questo regolamento è pubblicato sul sito internet dell’Associazione, al seguente indirizzo: clicca qui.

Art. 2 La sede

L’art. 148 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi, ai commi 1 e 2 dispone che l’attività svolta dalle associazioni nei confronti dei propri associati conformemente alle attività istituzionali non è considerata commerciale, salvo che le cessioni di beni e le prestazioni di servizi siano effettuate verso pagamento di corrispettivi specifici. Il comma 3 prevede però una disciplina speciale proprio, tra le altre, per le associazioni di promozione sociale per le quali non si considerano commerciali le attività svolte in favore degli associati in diretta attuazione degli scopi istituzionali, anche se effettuate verso pagamento di specifici corrispettivi. La disposizione del comma 3 si estende anche ai familiari conviventi degli associati ai sensi dell’art. 20, comma 1, della legge 383. Tra le attività che si sono sottoposte alla decommercializzazione ai sensi del comma 5del 148 TUIR si prevedono la somministrazione di alimenti e bevande effettuata presso le sedi in cui viene svolta l'attività istituzionale e l’organizzazione di viaggi e soggiorni turistici. Non sono quindi considerate attività commerciali, anche se effettuate verso pagamento di corrispettivi specifici. Secondo quanto previsto dall'art 148 del TUIR non si considera commerciale la cessione, anche a terzi di proprie pubblicazioni che siano comunque cedute prevalentemente agli associati.

Art. 3 Attività

Come previsto all'art. 1 dello statuto la sede legale dell'Associazione si trova presso la residenza del Presidente. Trattasi del luogo dove deve arrivare la posta ad essa indirizzata. Per quanto riguarda la conservazione degli atti dell'Associazione possono essere individuate modalità diverse così come previsto all'art.14 di questo regolamento su libri sociali e rendiconti. La sede operativa, sita in Via Roma 43, Pratiglione (TO), CAP 10080, denominata Covo del Drago, è il luogo presso il quale si svolgono con maggior continuità le attività dell'Associazione. La gestione e la cura dei locali viene regolamentata più nel dettaglio all'art.19.L’Associazione potrà istituire altre sedi e/o succursali in tutta Italia e all’Estero.

Art. 4 Diventare socio

1. Come previsto al Titolo II, Art. 3 dello Statuto, Gli Associati sono i componenti dell'Associazione iscritti nel Libro degli Associati, conservato in formato elettronico nel database del sito. Sono definiti Soci Ordinari coloro la cui richiesta di adesione è accolta dal Consiglio Direttivo e versano le quote stabilite.

2. Sono Sostenitori coloro che mettono a disposizione dell’Associazione risorse di qualsiasi tipo senza essere soci. Possono partecipare alle attività dell’Associazione in via eccezionale e senza potere decisionale.

3. Gli Associati svolgono prevalentemente attività volontaria e non retribuita.

4) I Soci cessano di appartenere all'associazione per:

  • a) Dimissioni volontarie;
  • b) Mancato versamento della quota associativa senza giustificato motivo entro i termini prestabiliti dal Consiglio Direttivo (ad eccezione dei Soci Fondatori);
  • c) Indegnità disposta dal Consiglio direttivo o dall'Assemblea, e ratificata a maggioranza assoluta dell'Assemblea e maggioranza assoluta dei Soci Fondatori.

Art. 5 Quota associativa e contributi per sostenere l’Associazione

1. Tutte le persone possono iscriversi all’Associazione e diventare Socio Ordinario, a titolo gratuito

2. La quota di partecipazione agli Eventi Straordinari dell’Associazione è decisa in base al tipo di evento, con scadenza alla fine dell’evento.

3. La quota di partecipazione agli Eventi Esclusivi dell’Associazione è decisa in base al tipo di evento, con scadenza alla fine dell’evento.

4. Furi o durante gli eventi, i soci possono fare donazioni volontarie all’Associazione.

5. Alcuni beni specifici dell’Associazione, in concordanza con lo Statuto, possono richiedere un contributo fisso da parte dei Soci.

6. Tutti i fondi raccolti fuori o durante gli eventi sono destinati allo sviluppo e al mantenimento dell’Associazione, nel pieno rispetto dello Statuto. L’Associazione non ha fini di lucro ed è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge.

Aggiornamenti

Il presente Regolamento Internno è aggiornato alla data del 06 Gennaio 2020.